Sensiblan, il dentifricio multi-azione di Delarom

Il dentifricio è un elemento chiave della cura della persona quotidiana. Delarom lo sa bene ed è per questo che ha creato Sensiblan, efficace e naturale.

L’igiene dentale è importante quanto la cura della pelle, Delarom lo sa bene, e per questo ha sviluppato Sensiblan, un dentifricio naturale che rispetta la sensibilità delle gengive e lascia l’alito fresco e profumato.

dentifricio delaromIl dentifricio Sensiblan ha una formula naturale, con estratti di piante e oli essenziali, multi-azione:

  • contrasta la formazione di tartaro e batteri,
  • riduce la sensibilità di denti e gengive
  • aiuta i denti a ritrovare il bianco naturale
  • dona una piacevole sensazione di freschezza

L’iris fiorentina e il carbonato di calcio assicurano un’azione schiarente naturale, senza intaccare lo smalto dei denti, mentre malva e salvia hanno un effetto riequilibrante e addolcente.

Perfetto per chi soffre di sensibilità gengivale, il dentifricio nasce con la stessa filosofia dei cosmetici Delarom: essere il più naturale possibile, il più efficace possibile.

LA STORIA DEL DENTIFRICIO

Sapete come è nato il dentifricio?

La sua storia risale agli albori della civiltà: sono state rinvenute tracce di rudimentali spazzoli fatti con rametti sfilacciati risalenti agli Antichi Egizi.

Anche gli Antichi Greci, Cinesi, Indiani e Romani avevano a cuore la salute e l’igiene della bocca: miscelavano ceneri, miele, gusci d’uovo e di ostriche e persino ossa frantumate per realizzare delle paste abrasive da passare sui denti.

I tentativi empirici continueranno  ancora per molto tempo, per l’esattezza fino al 1824, quando il dentista inglese Peabody creerà la prima pasta dentifricia, seguito nel 1892 dal primo dentifricio in tubetto ad opera del Dottor Washington Sheffield.

Da allora il dentifricio di strada ne ha fatta molta, divenendo protagonista della nostra quotidianità.

QUANTO VALE IL MERCATO DELL’IGIENE DENTALE

Il comparto dell’igiene dentale, in cui rientrano anche spazzolini, collutori e accessori per la pulizia dei denti e delle dentiere, vale 713 milioni di euro (Fonte: Cosmetica Italia) pari all’8,6 % dei consumi nazionali.

Di questi 713 milioni il 50% è rappresentato dai dentifrici, seguiti a distanza da spazzolini e collutori pari al 17% e 14% dei consumi. (Dati 2016 Fonte: Economia & Finanza).

E gli effetti della crisi?

Anche in questo business non si sono fatti attendere, ma c’è un “ma”.

Se i consumatori sono sensibili al prezzo, lo sono anche nei confronti di prodotto di marca o dal valore aggiunto (sbiancanti, naturali…) per il quale sono disposti a spendere qualcosa in più.

Uno spunto interessante per chi vuole differenziarsi e fidelizzare i clienti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*