Cellulite: ko con la carbossiterapia

Cellulite, ristagno di liquidi, grasso in eccesso addio! Ecco le strategie per rimodellare la silhouette in vista della stagione estiva

cellulite

Cellulite, una delle paure più profonde e comuni delle donne.

Quasi l’85% del genere femminile, sia che si tratti di donne magre o in sovrappeso, soffre l’arrivo dell’estate per la paura di scoprire un’indesiderata pelle a buccia d’arancia.

Le aree più interessate da questo inestetismo sono i glutei e le cosce.

La cellulite è una malattia del microcircolo nota anche come Pannicolopatia Edemato Fibro Sclerotica (PEFS) caratterizzata da infiammazione dei tessuti di edema, fibrosi e formazione di noduli.

Se sono presenti accumuli di grasso localizzati, come avviene di frequente nelle cosiddette culotte de cheval e vi è associata la PEFS, l’inestetismo diventa più sgradevole.

CELLULITE

Gli sbalzi ormonali a cui è sottoposto il corpo femminile aggravano questa patologia, così come l’impiego di farmaci anticoncezionali; ecco perché la cellulite normalmente non compare nel corpo degli uomini, o comunque appare in minima percentuale.

Per ottenere migliori risultati è consigliabile intervenire tempestivamente, non appena si manifestano i primi segni.

LE FASI DELLA CELLULITE

La cellulite attraversa diversa stadi:

  • l’accumulo di liquidi è la prima fase della PEFS: è una conseguenza del cambiamento che subisce il microcircolo e contribuisce ad alterate l’ossigenazione dei tessuti;
  • l’edema, ossia il ristagno di liquidi, se non adeguatamente trattato, assume una consistenza maggiore, si ispessisce trasformandosi in fibrosi;
  • con il passare del tempo, la fibrosi si accompagna a formazione di noduli e la superficie dei tessuti diventa irregolare creando il tipico effetto a buccia d’arancia
LE CAUSE DELLA CELLULITE

Nelle malattie con alterazione del microcircolo, come la cellulite, non vi è mai una sola causa, ma una serie di fattori.

Nel caso della cellulite, dietro l’inestetismo, ci sono fattori ormonali, vascolari e genetici a cui si aggiungono sedentarietà, stress, errate abitudini alimentari e comportamentali.

Anche il trattamento, per essere davvero efficace, deve tenere conto di queste considerazioni e affrontare il problema da diverse angolazioni.

A partire dallo stile di vita e da alcune abitudini alimentari.

Il primo consiglio è quello di osservare uno stile di vita sano e attivo per garantire una buona circolazione, e di abbinarvi una sana alimentazione per contrastare la ritenzione di liquidi e l’accumulo di grassi.

IL TRATTAMENTO MEDICO

celluliteIl trattamento ideale per contrastare questo inestetismo è la Carbossiterapia.

La carbossiterapia impiega anidride carbonica medicale, somministrata per via sottocutanea, per favorire il riassorbimento dell’edema, contribuire alla riduzione della fibrosi e dei noduli e incrementare la riduzione degli accumuli di grasso.

È un trattamento totalmente sicuro per il paziente, che deve però essere effettuato da personale medico esperto.

IL TRATTAMENTO COSMETICO CONTRO LA CELLULITE

Nell’ambito di una strategia mirata a rimodellare la silhouette e a contrastare la cellulite, anche il cosmetico gioca un ruolo fondamentale.

Non solo agisce in sinergia con i trattamenti medico-estetici, ma ne intensifica l’azione.

E’ quello che accade con Crème Perfection Minceur di Delarom, un valido alleato della carbossiterapia per armonizzare la figura.

Crème Perfection Minceur è uno “snellente centrimetrale” naturale per pancia, cosce e fianchi.

Grazie ad un mix di attivi naturali ed oli essenziali accuratamente selezionati, la crema agisce su più fronti riuscendo a:

  • stimolare il microcircolo
  • sciogliere i grassi in eccesso favorendone, al contempo, l’eliminazione attraverso la diuresi.

Per approfondimenti su questo trattamento vi rimandiamo al sito della Dott.ssa Mariagrazia Patalano www.mgpatalano.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*