Digital transformation

Qual è la corretta strategia digital per il mondo cosmetico? Ecco quanto emerso dai convegni di Cosmetica Italia

Social Media digital signs
Social Media e digital signs

Pensiamo al mondo digital, a quanto sta accadendo sui social e al mondo cosmetico: quali sono le strategie da adottare per una comunicazione efficace?

A rispondere è il Centro Studi e Cultura d’impresa di Cosmetica Italia, che ha stilato un vero e proprio “decalogo” per la digital communication.

Tra gli aspetti più interessanti, ce n’è uno che non può essere trascurato: la necessità di integrare i diversi canali.

I consumatori interagiscono con il brand utilizzando contemporaneamente e in modo interscambiabile diversi canali: per il brand questo si traduce nella necessità di mantenere la coerenza tra gli stessi.

INFLUENZER? SOLO SE SONO “COMPATIBILI” CON IL MARCHIO

Altra questione da tenere presente è quella legata agli influencer: aumentano davvero la brand value?

image002La risposta è sì, ma solo se i testimonial sono “compatibili” con i valori e il vissuto del brand. Il rischio, altrimenti, è quello che vengano percepiti come fake.

In che modo l‘influencer può essere associato positivamente al brand e risultare credibile?

La strategia migliore è quella di inserire il prodotto/marchio nel proprio storytelling, creando un legame vero tra sé e il marchio.

Ricordiamoci sempre che gli utenti digital sono molto accorti: sovraesposti a comunicazioni di ogni tipo e ai messaggi dei brand, non si lasciano conquistare da comunicazioni troppo pilotate

L’ onestà e la trasparenza, anche nel mondo digital, pagano sempre..

QUALITA’ DEI CONTENUTI E ASSISTENZA

Pubblicare contenuti di qualità è l’elemento imprescindibile per distinguersi.

Indipendentemente dalla ragione che spinge un’azienda a costruire una community, che sia per motivi di pura comunicazione di marca o di informazione all’utente, in tutti i casi si troverà di fronte ad una questione cruciale: sviluppare contenuti periodici di qualità.

Tutto ciò si traduce in storie accattivanti, coinvolgenti, divertenti. Informare generando interesse e engagement.

Come si fa a capire che cosa interessa al pubblico? Come creare contenuti sempre nuovi e interessanti?

Occorre ascoltare le conversazioni online e intercettare i topics di interesse per i clienti (fine- tuning), senza dimenticare però che il tutto si complica se opereremo su più canali: sito, blog e social.

Digital Online Marketing Commerce Sale Concept
Digital Online Marketing Commerce Sale Concept

C’è di più.

Ascoltando le conversazioni degli internauti e navigando sulla rete (egosurfing) potremo tenere monitorata anche la notorietà del brand e la sua reputazione.

Così facendo, potremo capire come veniamo percepiti dai nostri clienti, dai competitor e quali sono i nostri punti di forza/debolezza.

Chiudiamo il “decalogo” con un’ultima considerazione che dobbiamo tenere ben in mente: i social vengono utilizzati dagli utenti anche come piattaforme di customer care.

Ciò significa che vengono usati per condividere la propria opinione, per chiedere assistenza e per dialogare “direttamente” con l’azienda.

Non cancelliamo tout court i commenti negativi, ma consideriamoli uno spunto per dialogare con gli utenti e per migliorare la brand reputation. 

DIGITAL COMMUNICATION: LA STRATEGIE IN PILLOLE
  • non essere social solo per moda
  • definire gli obiettivi ex- ante e costruire una strategia mirata
  • ricordarsi che ogni social media ha sue regole e un proprio target di utenti
  • misurare i risultati (ma per ottenerli ci vuole tempo!!!) e imparare dagli errori
  • il social non è gratis : richiede un investimento di tempo e di denaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*