Mima Digiuno: tutto sulla dieta del momento

Mima digiuno è la dieta del momento. Otre a far dimagrire (quasi un effetto secondario), promette i rallentare l’invecchiamento cellulare. Sarà vero?

Valter Longo, ideatore della dieta Mima Digiuno
Valter Longo, ideatore della dieta Mima Digiuno

La dieta Mima Digiuno, nota anche come dieta della longevità, senza dubbio è il diet-trend del momento.

Alla base di questa dieta ci sono anni di ricerca del Dott. Valter Longo, per indagare l’effetto della privazione di zuccheri e proteine sui geni responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Dagli studi condotti emerge che una progressiva riduzione calorica è in grado di rallentare il processo di invecchiamento e favorire la rigenerazione cellulare.

Gli studi sono stati condotti sui topi, sui quali è stato osservato un allungamento della vita dell’11%.

LA DIETA CONTRASTA L’INVECCHIAMENTO 

longo-2Il digiuno in questa dieta non è da intendersi come una totale astensione dal cibo, con tutti i rischi e le difficoltà che potrebbero conseguirne, ma come una progressiva riduzione delle calorie assunte.

Basandosi su una strategia a cinque pilastri, Valter Longo con la dieta Mima Digiuno ha dimostrato che curarsi con il cibo non solo è possibile, ma, anzi, è la strada giusta per ridurre il grasso addominale, rigenerare e ringiovanire nostro corpo.

Il regime  proposto, inoltre, riduce in modo significativo il rischio di cancro, patologie cardiovascolari e autoimmuni, diabete e malattie neurodegenerative come l’Alzheimer

I PRINCIPI BASE DELLA DIETA MIMA DIGIUNO

Indipendentemente che si segua o meno la dieta Mima Digiuno, alcuni dei principi sui quali si fonda possono essere applicati alla vita di tutti i giorni:

1. Adozione della dieta mediterranea

2. Regime alimentare pesce-vegetariano

3. Preferenza per cibi locali e senza conservanti

4. Riduzione degli zuccheri raffinati

5. Variare

La dieta Mima Digiuno si rifà alla dieta mediterranea per molti aspetti ed è basata su 5 pilastri
La dieta Mima Digiuno si rifà alla dieta mediterranea per molti aspetti ed è basata su 5 pilastri

Sono suggerimenti semplici ma efficaci, che ricordano la dieta mediterranea, considerata dal mondo scientifico come la dieta ottimale per un buono stato di salute e un fisico in armonia.

Il consumo di frutta e verdura e la riduzione della carne e dei derivati, soprattutto se di produzione industriale e ricchi di conservanti, sono di certo delle buone strategie alimentari.

Lo stesso dicasi per la riscoperta dei legumi, perfetti in questa stagione per zuppe e vellutate calde che saziano senza appesantire, e del pesce pescato fresco o congelato, ricchissimo di acidi grassi “buoni”, famosi per rallentare l’infiammazione e anche l’invecchiamento.

I CIBI DEL TERRITORIO

Altro punto a favore della dieta Mima Digiuno è senz’altro la riscoperta dei cibi del territorio.

Banditi i cibi esotici e fuori stagione, in favore di quelli mangiati storicamente dai famigliari e nel territorio in cui viviamo, la dieta è un inno alla stagionalità e alla territorialità.

Tra i valori della dieta Mima Digiuno anche riscoperta della territorialità e dei cibi di stagione
Tra i valori della dieta Mima Digiuno anche riscoperta della territorialità e dei cibi di stagione

A volte, per capire se la scelta alimentare è giusta o meno, basta chiedersi se ciò che si sta comprando sarebbe stato l’acquisto anche dei nostri nonni…

Ritornare alle origini e guardarsi indietro può essere il miglior aiuto per una sano futuro.

ATTENZIONE AGLI ZUCCHERI RAFFINATI

Un altro punto a favore di questo regime alimentare è la riduzione degli zuccheri raffinati.

Se ne parla spesso, ma ancora troppe persone abusano di zuccheri senza saperlo.

Sapete che li potete trovare anche nelle bibite, nelle minestre già pronte e in molti cibi trasformati?

Meglio ridurre gli zuccheri raffinati a favore di farine integrali
Meglio ridurre gli zuccheri raffinati a favore di farine integrali

Oltre a pane e pasta raffinati, è necessario ridurre i cibi trasformati che contengono zuccheri e preferire invece preparazioni semplici, con cereali in chicco e farine meno raffinate.

Se avete la possibilità e la garanzia della loro genuinità, acquistate i prodotti direttamente dal produttore: risparmierete e ne guadagnerete anche in salute.

I prodotti a filiera corta vantano una migliore qualità nutrizionale rispetto ai molti prodotti commerciali in vendita nelle grandi catene.

VARIARE: UNA BUONA ABITUDINE

Un altro semplice segreto per mantenersi snelli e sani è quello si variare, seguendo gusto ma anche stagionalità.

In questo modo si apportano vitamine e Sali minerali senza rischiare di cadere in carenze che sono la prima causa di malessere e pelle spenta!

La dieta Mima digiuno è sconsigliata a chi soffre di diabete o di disturbi alimentari e va fatta solo sotto controllo medico - come tutte le diete!
La dieta Mima Digiuno è sconsigliata da chi soffre di diabete o di disturbi alimentari e va fatta solo sotto controllo medico – come tutte le diete!
A CHI è SCONSIGLIATA

La dieta Mima Digiuno non può essere fatta da soli, né essere seguita da persone affette da diabete o da disturbi alimentari (anoressia e bulimia).

La dieta Mima Digiuno, così come tutte le diete serie, va fatta sempre sotto controllo medico.

Attraverso analisi specifiche, infatti, solo lo specialista saprà valutare la situazione e consigliarvi eventualmente la dieta in questione.

Per maggiori informazioni potete leggere anche un articolo dedicato a questo tema sul mio blog 

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*