Il fattore green

Green. Abituiamoci a sentire questa parola sempre più spesso perché, secondo quanto rivelato da Mintel, nei prossimi 10 anni sarà questo il fattore chiave del successo di molti prodotti, dal food al beauty.

La cosmetica green non è un fenomeno passeggero, tutt’altro: i prodotti naturali, infatti, saranno i veri protagonisti del mercato nei prossimi dieci anni.

La conferma arriva da Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche, che ha reso noti nel Beauty Trend Watch di gennaio i risultati della ricerca da Mintel, leader nel settore delle ricerche di mercato, sui trend di consumo che domineranno il mercato per i prossimi dieci anni.

Smiling woman with her hair tied up in a white towel and a deep cleansing nourishing face mask applied to her skin holding a refreshing slice of cucumber to her eye in a beauty and skincare concept
Cresce l’interesse per i prodotti multi-funzione e iper-specializzati e per il concetto di total wellness

Accanto a quanto già evidenziato alla fine del 2015, ossia la crescente commistione tra Occidente e Oriente, lo svilupparsi di prodotti e tecnologie total-wellness e l’affermarsi del binomio cosmetici multifunzione/ prodotti iper-specializzati, Mintel ha mostrato una serie di tendenze che domineranno la scena nel prossimo decennio: la crescente importanza rivestita dalla tecnologia nel mondo della salute e della bellezza grazie all’impiego e alla diffusione delle tecnologie smart; la valorizzazione dell’acqua come bene sempre più prezioso anche a livello formulativo; l’attenzione per i prodotti homemade e, soprattutto, la crescita d’interesse per gli ingredienti naturali e per i prodotti green.

Il successo del naturale, d’altronde, non è una novità per nessuno. Si tratta di un mercato, in cui rientrano anche i prodotti bio, che si è imposto prima nel settore food, dove la dicitura “bio” e “naturale” si è dimostrata una formula di successo per alcune catene grocery ed ha consentito un posizionamento premium price di alcuni prodotti rispetto ai competitor, e poi nella cosmesi, dove la richiesta di prodotti di bellezza green interessa ormai quasi il 60% dei consumatori mondiali (Dati Mintel).

Jojobapflanze
I prodotti naturali sono protagonisti ormai in tutti i settori: dal food al cosmetico, dall’abbigliamento al design

Dopo essersi imposta nel Nord Europa e in Germania, da sempre particolarmente attente ai concetti di sostenibilità ambientale ed energia rinnovabile, la coscienza green ha conquistato anche l’Italia, imponendosi via via in tutti i settori e canali distributivi. Dalla Gdo alla Farmacia, dalla profumeria selettiva ai drugstore, sono sempre più numerosi i brand di ogni settore e mercato che scelgono di avere all’interno del loro portfolio almeno un prodotto green. L’ultimo in ordine di tempo è H&M, il colosso svedese della fast-fashion, che affiancherà alla linea di abbigliamento sostenibile Conscious anche 30 prodotti cosmetici eco-friendly.

Che cosa ci rivelano questi dati? La risposta è semplice: il futuro è green! Affrancatosi dall’etichetta di “mercato di nicchia”, il naturale non solo ha conquistato uno spazio crescente nel cuore dei consumatori e tra gli scaffali dei negozi, ma è diventato una realtà con cui bisogna confrontarsi in ogni settore e ad ogni latitudine.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*