Sport, meglio di una medicina!

I benefici dello sport, lo sappiamo sono tanti, ma in certi casi può essere più efficace di una medicina

Lo sport è un prezioso alleato della nostra salute: migliora il nostro umore, ci aiuta a mantenerci in forma e preserva il benessere di cuore e articolazioni, aiuta i bambini a crescere sani ed è un alleato per chi vuole smettere di fumare.

L’idea che l’attività fisica possa essere utilizzata, in certi contesti, al posto di pillole, gocce e iniezioni è, però, piuttosto recente ed ancora oggetto di studi. A questo proposito nell’Appennino tosco-emiliano, qualche anno fa, è stato avviato un progetto pilota che vedeva protagonista un percorso di quasi 4 km, da fare in gruppi di max 15 partecipanti sotto la supervisione di un team di esperti in scienze motorie, rivolto a cardiopatici, malati di depressione o per chi soffriva di osteoporosi.

Gli effetti sui pazienti si sono rivelati reali e tangibili: riduzione del colesterolo e dei trigliceridi e grandi benefici anche sull’umore e sulla socialità.

A confermare i benefici di questo programma, ci hanno pensato i risultati, pubblicati nel 2013, dello studio pubblicato dal British Medical Journal sul ruolo svolto da medicine e attività fisica nel trattamento di alcune patologie. Lo studio ha messo in luce l’importanza di dell’attività fisica, al pari delle medicine tradizionali, nella prevenzione del rischio cardiaco in pazienti cardiopatici oppure il valore di esercizi mirati per i soggetti colpiti da ictus.

Ottime notizie anche per chi soffre di enfisema polmonare: lo sport darebbe sollievo dalla tosse e permetterebbe di ridurre affaticamento e le infezioni alle vie respiratorie e possono aiutare nella guarigione anche i malati di tumore: l’attività all’aria aperta, nella giusta misura, migliora la resistenza agli sforzi, favorisce il buonumore, la ripresa di una vita normale e riduce la sensazione di affaticamento.

Sport e attività fisica svolgono anche un’efficace azione preventiva: chi si muove evita tumori, malattie cardiovascolari, diabete, osteoporosi e molto altro.

SPORT Sì, MA NELLA GIUSTA MISURA

Come per ogni cosa, anche per lo sport meglio non “strafare” e non affidarsi al fai da te: per i neofiti meglio farsi consigliare dal medico di fiducia, l’attività più adatta e la periodicità. L’OMS, Organizzazione Mondiale della Salute, consiglia per gli adulti almeno 90 minuti di attività fisica alla settimana, che salgono esponenzialmente per i bambini fra i 5 e i 17 anni: per loro è consigliata almeno 1 ora di sport al giorno.

LO SPORT AIUTA IL SONNO

Tra i vantaggi derivanti dall’attività fisica c’è anche quella di facilitare il riposo e la ripresa delle energie. Una ricerca dell’Università della Pennsylvania ha rivelato che yoga, pilates, bici, giardinaggio, golf, corsa e persino una semplice camminata, sono dei veri toccasana per un buon riposo, a patto però di non avventurarsi in sforzi eccessivi poco prima di andare a dormire. I ricercatori hanno osservato la qualità del sonno di oltre 419 mila adulti ed hanno sentenziato che tutte le attività, ad eccezione dei lavori domestici, sono amiche del sonno.

In cima alla lista dei nemici del riposo, insieme a stress e preoccupazioni, troviamo tablet, smartphone e computer: la luce blu che emettono inibirebbe la melatonina, ormone che regola il ritmo sonno-veglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*